Che cos'è Stampa

Per sviluppare e diffondere le innovazioni, facilitare il dialogo tra informatici, amministrativi, magistrati ed avvocati da cui dipende l’individuazione e la messa a punto delle funzionalità dei sistemi informativi, servono luoghi in cui sperimentare applicazioni e nuove soluzioni organizzative. Il CTLab nasce per queste ragioni e non solo: concentrando e integrando tecnologie diverse dagli ambiti informatico e multimediale, si propone come spazio tecnologico originale ed innovativo anche per la formazione e la condivisione di esperienze a livello nazionale ed internazionale.

Il CTLab è una struttura tecnologica multimediale con configurazione modulare ("sala workshop" e "aula d'udienza") per:

  • la sperimentazione e valutazione delle innovazioni tecnologiche da impiegare nel settore giustizia;
  • l'organizzazione di attività formative sulle innovazioni per gli operatori della giustizia (magistrati, personale amministrativo, avvocati, ecc.), anche con la simulazione di dibattimenti (in configurazione “aula d’udienza").
  • incontri tematici e scambio di esperienze sulle prassi applicative adottate negli uffici giudiziari a livello nazionale ed internazionale, attraverso incontri e seminari (in configurazione “sala workshop”).
  • l’archiviazione e divulgazione di materiali informativi e didattici su innovazione e giustizia.

 

Ultime novità !!!!!!!

Con il recente collegamento alla rete a banda larga (la rete Lepida della Regione Emilia-Romagna) in fibra ottica ad alta velocità fornito dal CNR è stato possibile attivare una serie di servizi via internet che rendono possibile la fruizione, attraverso il web, degli eventi organizzati all’interno del CTLab. Il collegamento a Lepida può rendere attuabile la realizzazione di una serie di scenari conference, formazione ed eventi processuali a distanza basati su tecnologie di videocomunicazione  su rete IP. In particolare è ora possibile:

  • attivare una videoconferenza utilizzando il collegamento con il Consortium GARR (Gruppo per l'Armonizzazione delle Reti della Ricerca). Il servizio permette di prenotare, moderare ed utilizzare una "stanza" virtuale (tecnicamente  una MCU - Multipoint Control Unit) a cui fare accedere più utenti in video conferenza. Il sistema supporta sia client SIP che H.323 e può essere utilizzato anche in modalità "telefonica" usando prefissi GDS (Global Dialling System).
  • attivare  un servizio di “streaming”, flussi di traffico audio-video diffusivo on demand e live, creando contesti di comunicazione che migliorano l'efficienza e la produttività dei processi di formazione e divulgazione. Ecco alcune tipologie di streaming attivabili:
Ultimo aggiornamento Martedì 13 Luglio 2010 12:57