Knowledge for Justice

Knowledge for Justice

traspa

<<  Novembre 2017  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   
Assistenza tecnica PDF Stampa E-mail

Progetti su richiesta


L’Istituto ha iniziato fin da subito ad aprirsi alla possibilità di mettere a disposizione le esperienze acquisite e le competenze sviluppate nel corso degli anni per le istituzioni in cerca di assistenza tecnica negli ambiti di conoscenza coperti dal nostro lavoro, in collaborazione con diverse istituzioni nazionali ed internazionali quali: Commissione per l'efficacia della giustizia (CEPEJ) del Consiglio d'Europa , Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine (UNODC), Commissione europea (UE), Tedesco cooperazione tecnica (GTZ / GIZ), Inter-American Development Bank (IADB); British Council, Corte Federale d'Australia (FCA), ministeri della giustizia. I progetti di assistenza tecnica possono avere una grande variabilità di contenuti, metodo di lavoro e tipo di collaborazione. Uno sguardo al paragrafo successivo "principali interventi" concorre a chiarire ancor meglio le caratteristiche delle attività svolte e le potenzialità di sviluppo in questo settore.

Inoltre, l'IRSIG fornisce assistenza nel design, attuazione e monitoraggio delle riforme strutturali e procedurali, e nella progettazione e sperimentazione di tecnologie nei tribunali e negli uffici dei pubblici ministeri. In questo quadro, le organizzazioni nazionali e internazionali hanno incaricato l'IRSIG ed i suoi ricercatori a migliorare il funzionamento dell'amministrazione della giustizia o chiesto consulenza e competenza nei processi di riforma giudiziaria. Ad esempio l'Ufficio tedesco per la Cooperazione tecnica (GTZ / GIZ) ha incaricato ricercatori di IRSIG ad effettuare una valutazione dei meccanismi esistenti di valutazione delle prestazioni giudiziaria in Ghana e Kenia. L'UNODC ha incaricato l'Istituto di condurre uno studio sulle pratiche di gestione adottate caso dalla magistratura Seychelles e di consulenza per la progettazione di un nuovo sistema di gestione dei casi basata su nuove tecnologie. L'UNODC-Libia ha chiesto ai ricercatori di IRSIG per valutare le pratiche di gestione dei casi e di fornire una strategia di modernizzazione per migliorare il funzionamento dei procedimenti giudiziari. Il COE ha invitato i ricercatori di IRSIG ad assistere il Ministero della Giustizia della Bulgaria per valutare il carico di lavoro giudiziario e di utilizzare le norme europee per l'assegnazione dei casi giudiziari.

Infine, sono stati organizzati workshop e viaggi di studio: 1) Delegazione di presidenti e amministratori giudiziari della magistratura della Giordania (UE-COE); 2) Consulenza riforma giudiziaria del Ministero della Giustizia della Repubblica del Cile sulla giustizia elettronica e procedura civile; 3) Delegazione di alti funzionari del Vietnam per la riforma del codice di procedura penale (EU-British Council).

Principali interventi

  • Riduzione dei tempi dei procedimenti civili presso la Corte d’appello di Bologna (Piano Strategico Metropolitano di Bologna) - 2014/2015
  • Users and users’ survey in judicial performance evaluation (Pacific Judicial Development Programme, Family Court of Australia) - 2014
  • e-justice development and civil procedure reform (Progetto Ministero della Giustizia del Cile) - 2014
  • The role of new technologies in the transformation of judicial systems (Progetto Inter-American Development Bank) - 2013-2014
  • Criminal Justice reform in Vietnam (British Council) - 2012/2014
  • The functioning of judicial systems and economy development (European Commission e Consiglio d'Europa) - 2012/2014
  • Support the process of criminal justice reform in Libya. Towards the development of case management system (United Nation Development Program, UNODC Libya) - 2012
  • Analysis on the results delivered by the scientific experts appointed to complete the report of the European judicial system - edition 2010 (Progetto CEPEJ, Consiglio d'Europa) - 2011
  • The lengths of proceedings in second instance courts (Progetto CEPEJ, Council of Europe) - 2010/2015
  • Assessment of the existing mechanisms of judicial performance evaluation in Ghana and Kenia (German Technical Cooperation GTZ/GIZ) - 2010/2012
  • Judicial performance evaluation in Zambia, Nigeria, Georgia (UNODC, German Technical Cooperation GTZ/GIZ) - 2010/2011
  • Assistence the government of Seychelles in reviewing its existing Case Management System (Progetto UNODC) - 2010
  • Identification of Best Practices on the Use of New Technologies in Judicial Sector (Progetto Inter-American Development Bank) - 2010
  • Access and Fairness in Albanian Civil Courts (Progetto OSCE) - 2009
  • Assessment of the Portugal policy on caseflow and delay reduction of judicial proceedings (Progetto CEPEJ Consiglio d'Europa) - 2009
  • Assessment and recommendations for the monitoring and improving of the case assignment system in the Bulgarian Courts (Progetto European Social Fund) - 2009
  • Technical guide on strengthening judicial capacity and integrity (Progetto UNODC) – 2007/2009
  • La valutazione del progetto di trasmissione elettronica delle notizie di reato dagli uffici di polizia alle Procure della Repubblica, in collaborazione con Ministero della Giustizia, Formit e Telecom Italia (Progetto Ministero della Giustizia PON Sicurezza, Italia) ‑ 2006/2008
  • Statistical analysis on the efficiency of justice in Europe (Progetto CEPEJ-Saturn, Consiglio d'Europa) - 2008
  • Compendium of ‘best practices’ on time management of judicial proceedings (Progetto CEPEJ, Consiglio d'Europa) – 2006
  • Case assignment in European Courts, in collaboratione con la Faculty of Law University of Utrecht, Westminster University  London, Université Paris I, Hochshule fur Rechtspfleger and the University of Copenaghen (Progetto Consiglio Giudiziario, Olanda) – 2005
  • International comparative study on allocation of cases to and within courts, in collaborazione con la School of Law (University of Utrecht),  Austrian Ministry of Justice, University of Coimbra (PT), Anglia Politechnic (UK), Ecole Nationale de l’Administration Publique Québec (CAN), Norwegian National Court Administration norvegese (Progetto del Ministero della Giustizia, Olanda) – 2004
  • Delay in judicial proceedings: a preliminary inquiry into the relation between the demands of the reasonable time requirements of article 6, 1 ECHR and their consequences for judges and judicial administration in the civil, criminal and administrative justice chains (Progetto CEPEJ, Consiglio d'Europa) – 2003
  • Progettazione, realizzazione e sperimentazione di una piattaforma per la formazione interattiva a distanza del Ministero della Giustizia, in collaborazione con DGSIA Ministero della Giustizia, CINECA, CIRSFID e CeSROG Università di Bologna (Progetto DGSIA, Ministero della Giustizia) ‑ 1999/2003
  • Statistical and financial indicators about the Italian justice system (Progetto World Bank) ‑ 2002
  • La razionalizzazione delle statistiche giudiziarie (Commissione per la garanzia dell’informazione statistica della Presidenza del Consiglio dei Ministri) ‑ 1998
  • Judicial reform in the Republic of Venezuela (Progetto World Bank) - 1998
  • L’istituzione di un Programma Regionale di Aiuto Legale (PRAL), in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Emilia Romagna (Progetto Regione Emilia-Romagna) – 1995

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Marzo 2015 14:21
 
 
Joomla 1.5 Templates by Joomlashack