News

^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^

^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^

^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^  ^

 

 

 

April 2014 - Paricipation to "XVII Cumbre Judicial Iberoamericana" and to "V Feria de Justicia y Tecnologia", April 2-5 2014 (Santiago de Chile)

 

 

March- April 2014 - Invitation to a Study Visit at the Ministry of Justice in Chile and signing an agreement of cooperation, March 30 - April 1, 2014 (Santiago de Cile)

 

 

 

March 2014 - Study Visit in Italy of a "Jordanian Justice Delegation", promoted by the Council of Europe and organized by IRSIG-CNR in cooperation with the Court of Appeal and the Tribunal of Turin, March 25-27 - 2014 (Bologna and Turin)

 
ALL NEWS ...
 

Knowledge for Justice

Knowledge for Justice

Flash

  • image
  • image
  • image
  • image

traspa

<<  April 2014  >>
 Mo  Tu  We  Th  Fr  Sa  Su 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
282930    
  • image
  • image
Library: Soggetti Smarriti. Perché innovazione e giustizia non si incontrano (quasi) mai
Title:      Soggetti Smarriti. Perché innovazione e giustizia non si incontrano (quasi) mai
Authors:      Davide Carnevali (a cura di)
ISBN-10(13):      978-88-568-3585-4
Publisher:      Franco Angeli
Publication date:      2010
Edition:      a stampa e e-book
Language:      Italian
   
Picture:      cover       Button Buy now Contatta l'autore
Description:     

 

In Italia, da più di vent’anni, sono stati fatti massici investimenti in innovazione tecnologica con la promessa di trasformare la giustizia in un servizio di qualità, incrementandone la capacità di agire in modo efficace, efficiente, trasparente e in linea con le concrete aspettative dei cittadini. Che i risultati non siano stati quelli attesi e che i processi di innovazione siano stati più tortuosi e costosi del previsto è un dato di fatto ormai evidente. “Innovazione” e “giustizia” non si sono (quasi) mai incontrate. Sono state e restano “soggetti smarriti”. Perché?

“Soggetti smarriti” perché il processo di innovazione tecnologica nella giustizia si è perso in meandri imperscrutabili. Molte applicazioni informatiche hanno fallito, sono scomparse, sono rinate con un nome diverso, magari hanno anche avuto successo per poi fallire nuovamente, sono state rigenerate e fuse, sublimate o rifinanziate. Alla fine, però, il risultato è stato comunque molto deludente.

“Soggetti smarriti” perché innovazione e giustizia hanno vagato da sempre senza sapere come integrarsi. La concezione strumentale e gli interessi che hanno guidato l’introduzione delle innovazioni tecnologiche ha prodotto “artefatti” incompatibili con un contesto che è rimasto quello antico, progettato per la carta. Oltre agli strumenti, dovevano cambiare anche strutture, modalità operative e persone, ma ciò non è accaduto. Le applicazioni informatiche sono state sovrapposte a ciò che c’era prima: regole su regole, strumenti su strumenti, persone su persone. Più complessità, più costi e i risultati?

Il presente volume racconta questa vicenda da tre diverse angolazioni.

La prima guarda ai diversi approcci adottati nell’introduzione delle nuove tecnologie nel settore giustizia, che in Italia sono stati caratterizzati da una generale incompetenza nella lettura del contesto istituzionale ed organizzativo. Un approccio che ha generato fantasmi (mancanza di risultati, costi elevati, straniamento del personale, ecc.) che tuttora incombono sulle nuove prospettive di sviluppo. La seconda guarda al rapporto innovazione e giustizia proprio attraverso la puntuale rappresentazione di esperienze concrete in Italia, in Europa ed in altre organizzazioni pubbliche italiane: una pratica poco diffusa nel nostro Paese. La terza, infine, (guarda a come ripensare il rapporto innovazione e giustizia, presentando alcuni stimoli metodologici e teorici: esperimenti di “laboratorio”, per coltivare insieme tecnologie e persone, nuovi schemi interpretativi per comprendere l’evoluzione dei sistemi informativi, possibili traiettorie future nelle ricerche sull’e-Government.

Il volume presenta casi di studio e contributi teorici frutto di oltre vent’anni di lavoro sui processi di innovazione nel settore giustizia rilevati ed elaborati nell’ambito dell’attività internazionale dell’Istituto di Ricerca sui Sistemi Giudiziari del CNR. Un’attività di ricerca che ha prodotto in prevalenza contributi in inglese. Pertanto, questo libro può offrire un’occasione di riflessione e approfondimento su queste tematiche per operatori del settore, studenti e policy maker.

   
 
Joomla 1.5 Templates by Joomlashack